Skip to content

PORTO A PORTO – Ricognizione SottoMarina di un paese sbilenco

Data/Ora: 24/10/2020 20:30 - 22:30     Luogo: Cinema Teatro di Inzino

PORTO A PORTO
Ricognizione SottoMarina di un paese sbilenco
di e con Marina Senesi
collaborazione ai testi Cinzia Poli
impostazione registica Cristina Pezzoli
allestimento Andrea Lisco
musiche Gianluigi Carlone / Banda Osiris
disegno luci Arnaldo Ruota
scenografia Burgio & Gomez

collaborazione artistica Sara Bertelà, Simonetta Favari, Federica Granata, Barbara Guarducci, Gabriella Picciau

consulenza alla produzione 
Alessandra Greco, Sabrina Sorrentino
foto di scena Anna R. Biserni
foto di copertina Alessandra Greco
grafica ROOF
si ringrazia DHG Shop

produzione NIDODIRAGNO/CMC

Loro erano Mille.
Lei è Una.
Loro, rubano due vapori del Re e partono da Quarto diretti a Marsala per fare l’Italia.
Lei, da quello Scoglio, salpa ardimentosa con una barchetta e circumnaviga lo Stivale, ficcando il naso nei segreti dei fondali, delle coste, degli approdi.
Esperta navigante dell’immaginario, ne riporta voci vere e questioni molto urgenti sui temi dell’ambiente, dell’inquinamento e delle migrazioni in un viaggio comico-surreale – ma non solo – lungo le sponde del presunto Belpaese, supportata da preziosi compagni di ventura: la co-autrice Cinzia Poli e la Banda Osiris che ha composto la colonna sonora.

Marina Senesi, attrice, autrice, conduttrice radiofonica, ha ideato e realizzato per Caterpillar Rai Radio2 dei viaggi avventurosi che hanno raccontato il territorio in maniera davvero inedita: è partita dal naviglio di Milano a bordo di un pedalò e ha attraversato 400 km di fiumi e 160 km di Adriatico fino a raggiungere le spiagge di Senigallia dove ad attenderla c’erano Don Luigi Ciotti e l’Associaizone Libera – contro le mafie.
In un’altra visionaria impresa che è diventata un format per Libera, “Sulla Retta via”, ha tracciato e percorso una jodoroskiana linea retta verso il suo obiettivo partendo dalla Rai di Milano, senza mai deviare.
È stata tedofora da Milano a Roma, di una fiaccola olimpica fotovoltaica.
Ha attraversato l’Italia su un cinquantino elettrico che gli ascoltatori di Rai Radio2 hanno ricaricato ogni giorno offrendo una presa di corrente della propria abitazione: ”la ProLunga Marcia’.
Infine ha circumnavigato l’Italia in ‘Barca stop’.

Prendendo le mosse da ques’ultima docu-avventura realizzata, lo spettacolo narra la spedizione di Marina: un viaggio per acqua, surreale e concreto al tempo stesso.
Con la sua strana barchetta solca il Mediterraneo incontrando delfini, pescatori di frodo, cargo non autorizzati e gente per bene con idee geniali. Un testo documentale e insieme scorrevole – che altro dovrebbe essere un racconto che nasca dalla percorrenza di 5.000 miglia? – per vedere da vicino quello che spesso, come viaggiatori distratti, tralasciamo di osservare.
Loro erano Mille, a fare la Storia.
Lei è una Una, con mille storie da raccontare.

Per garantire il rispetto dell’ordinanza del Ministero della Salute del 21/10/2020, lo spettacolo si concluderà  entro le ore 22.15

Prenotazioni